CHIESA DI RONCHI – intervento post sisma 2012

tipologia di intervento Restauro e consolidamento strutturale volti al ripristino dei danni conseguenti il sisma del 2012

luogo Palidano, loc. Ronchi – Suzzara (MN)

committente Parrocchia di Palidano

periodo realizzazione 2013

A seguito degli eventi sismici del 29 maggio 2012,  l’edificio ha subito  dissesti e lesioni che lo rendevano inagibile. Si sono pertanto rese necessarie opere per la messa in sicurezza del fabbricato ed interventi per ripristinare i danni causati.

L’edificio è una costruzione isolata in muratura, costruita attorno agli anni ’30 nelle vicinanze di un piccolo monastero oggi non più presente.

L’ edificio è a unica navata di m 6,40 per m 11,50, il presbiterio è rialzato di due gradini rispetto all’aula, ha forma rettangolare con abside circolare, una piccola sagrestia è posta sul lato est del presbiterio.  La lesione più significativa è quella in chiave dell’arco che denota una spinta orizzontale alla base dell’arco, mentre le lesioni nella parte alta degli spigoli dell’aula denotano la spinta verso l’esterno delle facciate.

Si è rinforzata la parete, ove è inserito l’arco, con la posa di due tiranti, quello verso la navata è ancorato alle pareti laterali della chiesa, mentre il tirante verso il presbiterio è ancorato alle pareti del presbiterio stesso. In corrispondenza degli spigoli angoli dell’aula, nelle parte superiore ove sono presenti le lesioni, sono state messe in opera, nella parte interna, piastre angolari, collegate esternamente a capochiave.

La fessura in chiave dell’arco è stata ripristinata con l’inserimento di cunei e malta ad alta resistenza ed antiritiro.

Le capriate in legno a sostegno della copertura, prima solo appoggiate alla muratura, sono state ancorate ai muri mediante staffe bullonate alla trave e a piastre esterne. Opere di stuccatura e ridipintura interna hanno completato i lavori

ronchi sisma_A3 WP

CHIESA PARROCCHIALE DI POLESINE – Intervento post sisma 2012

tipologia di intervento Restauro,  ripristino strutturale e miglioramento sismico  della chiesa di san Giacomo maggiore apostolo, in seguito ai danni del sisma del 2012

luogo Polesine di Pegognaga (MN)

committente Parrocchia di Polesine

periodo realizzazione 2014 – 2015

La conformazione dell’attuale edificio risale in gran parte al 1779, la Chiesa è ad un’unica navata con una lunghezza interna complessiva di circa m 28.70 per 18.13. Sono presenti quattro cappelle laterali con pregevoli altari in scagliola. Le strutture a volta sono realizzate in listelli con centine estradossali e intonacate. Decorazioni a stucco arricchiscono l’interno della chiesa. Gli ordini architettonici distinguono un ordine gigante corinzio con raffinati capitelli in scagliola e un ordine minore per le cappelle con capitelli di fantasia. Il portale di ingresso alla chiesa è sormontata dal balcone dell’importante Organo. La chiesa è dotatata di un campanile con struttura indipendente, risalente al 1781. Il sisma del 2012 ha interessato la chiesa e l’attiguo campanile in maniera importante, tanto da renderli inagibili. Si sono realizzati interventi di carattere strutturale alle murature lesionate, all’orditura lignea del tetto,  alla struttura lignea delle volte e all’impalcato dell’organo, ed opere di ripristino e restauro di intonaci e cornici delle volte mediante iniezioni di malta fluida alleggerita e la posa di perni di fissaggio, degli intonaci, delle cornici e degli elementi decorativi in stucco delle murature interne, nonché il ripristino e restauro dei quattro altari laterali, dell’altare maggiore, della cornice della pala situata nell’abside, dei parapetti dei due pulpiti e dei due matronei, tutti elementi di pregevole fattura realizzati in scagliola policroma e stucco.

Il recupero strutturale del campanile è stato eseguito con altro intervento, la nostra opera è stata quindi di completamento, andando a sigillare e resaturare le numerosissime lesioni presenti con opere mirate di cuci-scuci, iniezioni di malta fluida e stuccatura.

parr polesine terremoto_A3 WP

RESTAURI POST-TERREMOTO 4

Di nuovo a Polesine di Pegognaga per raccontare questa volta le particolarità tecniche della bella chiesa svelatesi con il sisma e gli interventi più rilevanti di ripristino e restauro.

Il sisma è ancora tema di attualità e lega nello stesso dramma quasi tutti i monumenti del territorio. Ci sono comunità che sanno di dover tenere accesa l’attenzione per evitare di far cadere nell’oblio la necessità del recupero dei beni culturali che ne sono in parte simbolo.
I Polesani, con ammirabile trasparenza e partecipazione, fanno periodicamente il punto sullo stato di avanzamento: ieri con il cantiere, oggi con l’andamento dei pagamenti, sempre senza perdere di vista il significato profondo dell’edificio e della loro stessa storia.

 

15-10-23 articolo gazzetta

(gsb)

CHIESE

SAN DOMIZIO Redondesco Mantova
SAN DOMIZIO Redondesco Mantova
BEATA VERGINE MARIA E SANT'URBANO PAPA E MARTIRE Formigosa Mantova
BEATA VERGINE MARIA E SANT’URBANO PAPA E MARTIRE Formigosa Mantova
SAN GIORGIO MARTIRE Castellucchio Mantova
SAN GIORGIO MARTIRE Castellucchio Mantova
SAN SISTO II PAPA E MARTIRE Palidano Mantova
SAN SISTO II PAPA E MARTIRE Palidano Mantova
SAN CARLO BORROMEO Ronchi Mantova
SAN CARLO BORROMEO Ronchi Mantova
SAN GIACOMO MAGGIORE APOSTOLO Polesine Mantova
SAN GIACOMO MAGGIORE APOSTOLO Polesine Mantova

FERITE DA RISANARE

PORTA LA PACEl'albero, l'architetto e il  campanileNEL 2012 L’IMPORTANTE SISMA CHE HA COLPITO LA PIANURA PADANA HA FERITO PIù DI CENTO CHIESE NELLA SOLA PROVINCIA DI MANTOVA. EDIFICI IN GENERE CONNOTATIVI DEL CARATTERE URBANO CHE LA COLLETTIVITà INTENDE RESTIUIRE ALLA LORO FUNZIONE. IL RILIEVO E LA DESCRIZIONE DEI DANNI, LA CURA RICHIEDONO PAZIENZA E COMPETENZA.VULNERABILE

vulnera palidani

(gsb)