Una piccola chiesa

Abbiamo quasi ultimato i restauri alla chiesa dell’Assunzione presso Mariana Mantovana; un edifico di impianto romanico, posizionato in aperta campagna che ha attraversato miracolosamente i secoli, tra modifiche, addizioni, incendi e “restauri” distruttivi. È rimasto pressoché immutato l’affetto e la venerazione degli abitanti della zona. Oggi dopo mesi di cantiere, c’è stata una bella celebrazione, con tanta gente e io ho capito ancora una volta che il progettare, il costruire o restaurare, trova senso solo quando la gente si riappropria degli edifici e li vive.

il catino absidale

l’aula e il presbiterio

l’incoronazione di Maria Assunta in cielo

Maria con Gesù bambino

volta del presbiterio

San Sebastiano e San Rocco.

Ale

Chiesa dell’Annunciazione ai CAMPI BONELLI

C’è un unico sasso, conficcato nella muratura dell’abside principale; “è una maniglia temporale, se lo tocchi entri in diretto contatto con la mano e quindi, con l’uomo che circa un migliaio di anni fa’ lo ha colto e murato; dopo di che non sai cosa può accaderti”. La giovane Nicole che mi assiste nelle misurazioni di rilievo, mi guarda con occhi scettici e risponde… ” però ! ”  ma si capisce che non mi crede. L’Oratorio di Campi Bonelli, come molti edifici carichi di secoli è un libro ricco di correzioni, cancellature, aggiunte, citazioni è persino scritto in lingue diverse. Per poterlo leggere non basta possedere la grammatica dell’architettura e la precisione della misurazione, ci vuole fede e fantasia e magari capacità di ascoltare i racconti di chi, abitando nei dintorni da sempre, sa svelarti e condurti a una antica fonte che disseta e sana, meta un tempo di pellegrinaggi tanto frequenti da fare dell’Oratorio di Campi Bonelli un Santuario con tanto di eremita.

P1050101low

WP_000012low

L’ingresso del romitorio difeso da una piccolo protiro.

Ale