Chiesa di Santa Caterina Ovvero prendersi cura degli edifici

La chiesa di Santa Caterina ha una facciata che si lascia attraversare dall’aria e dalla luce. La parete è decisamente curvata, concava e da essa si staccano quattro colonne a tutto tondo, due nell’ordine inferiore e due, più piccole, nell’ordine superiore.

È una caratteristica rara a Mantova, direi unica, forse perché gli edifici erano pensati più per la afosa e densa atmosfera estiva, o per la nebbia che richiede masse solide e compatte.

Da un po’ di tempo questa bella architettura lanciava messaggi di aiuto, come fanno spesso gli edifici di una certa età, con discrezione ma con insistenza lasciava cadere piccoli frammenti; L’incavo di una guscia, un breve tratto di listello, un porzione di intonaco.

La parte più in vista del nostro intervento consiste sicuramente nel restauro della facciata.

Ma c’è ben altro, ci sono una serie di opere forse meno affascinanti ma non meno importanti che interessano tutto l’organismo; la riparazione di alcune lesioni originate dal sisma del 2012, la manutenzione della copertura, la rimozione di una grande quantità di guano nel sottotetto, la rimozione di banali ma abbondanti ragnatele dalle volte interne.

Si tratta in pratica di prendersi cura di un bene che è della collettività e che abbiamo il dovere di trasmette alle generazioni future.

BUONE FESTE DALLO STUDIOPDA

sangiuseppebambinomadonna

Da tutti noi i più sinceri auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo

 

In primo piano per gentile concessione dell’artista e amico Ermanno Poletti uno splendido graffito su intonaci policromi

“San Giuseppe con Bambin Gesù e Madonna”

opera esposta alla mostra Cento presepi in Vaticano e benedetta da Papa Francesco

papafrancesco ermannolow

SO

2019 PESCERìA 002

 

Voce di Mantova 16 ottobre 2019 on TALK Pescherie – Palazzo Te 14-10-”19

 

 

2019 PESCHERIE 001 – [ piccole rivoluzioni ]


( piccole rivoluzioni, gsb )

2019 PESCHERIE 000

(Gazzetta di Mantova 12 settembre 2019)

 

MANTOVA, URBACT, INT-HERIT, BHENEFIT

Ieri pomeriggio, presso la Sala Bonaffini in Municipio a Mantova, si è svolto un incontro per fare il punto su due progetti europei. L’associazione Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani ha poi condotto una visita in alcuni luoghi suggestivi della città.

 

(gazzetta di mantova, oggi 18 aprile 2019)(gsb)

un PREMIO alla LUNGIMIRANZA

il BIM&DIGITAL AWARD 2018, SAIE 2018

categoria: INTERVENTI di RESTAURO e VALORIZZAZIONE del PATRIMONIO

Un premio per il lavoro di digitalizzazione del costruito che speriamo rappresenti il riconoscimento alla lungimiranza che abbiamo messo in campo in questo ultimo anno e mezzo.

motivazioni premio

Purtroppo per partecipare al concorso era d’obbligo l’anonimato e quindi sul premio non risulta il riferimento al luogo le Pescherie di Giulio Romano, alla committente la Fondazione delle Pescherie di Giulio Romano e al gruppo di lavoro; infatti per questa impegnativa esperienza ci siamo associati con due fantastici partner, Piscan di Bergamo che si è occupata della fase di rilievo laser scanner e prima restituzione con modellazione geometrica del manufatto e Bim Factory che si è sobbarcata l’onere della produzione del modello informativo (come risulta sul premio). Sponsor tecnici per i software utilizzati teamsystem e graphisoft.

Il lavoro prosegue e in questo momento ci stiamo occupando del progetto definitivo ed esecutivo per la realizzazione del secondo stralcio di lavori utili allo sbarco sul lungo RIO, “la spiaggetta” che una volta terminate le opere tornerà ad essere un luogo speciale per la città.

Ecco l’elenco dei premiati e l’articolo su BIMPORTALE